venerdì 14 dicembre 2018

PORTALE 12.12 PER L'ENTRATA NELLA FREQUENZA DEL 2019



Il 2019 è alle porte e già dal 12 dicembre si insinua l'energia portante del prossimo anno.
L'Appeso sarà l'arcano di reggenza che sosterrà e influirà nei prossimi 12 mesi,  rendendo il periodo che ci aspetta assolutamente determinante poichè, per quello che è la mia visione, si tratta dell'Arcano Maggiore di maggior impatto trasformativo tra tutta la rosa dei 22.

Il glifo che si manifesta calcolando il Piano Tarologico del 12.12 è con tutta evidenza una mappa di orientamento per iniziare a muovere concretamente i nostri passi in una nuova dimensione vibrazionale. Per questo motivo cercherò di specificarla nei dettagli più significativi.

Partiamo dunque per il nostro viaggio sull'Albero della Vita:

siamo in Malkuth, sulla terra, nella nostra vita materiale, e la sensazione che potremmo avere è di avere le mani legate, essere ostaggio di un presente nel quale abbiamo poca possibilità di azione e di manovra; questo succederà solo se non siamo in contatto con la parte più alta di noi; il nostro Sè Superiore, governato anch'esso dall'Arcano dell'Appeso, ci invita a interpretare questo archetipo "in Luce", cioè esprimendone le caratteristiche evolutive: una sottile e potentissima qualità alchemica. Attraverso l'energia dell'Appeso abbiamo la possibilità, osservando solo dentro di noi, di trasformare la visione della realtà.
Il pensiero crea e la realtà, come ci insegna la fisica quantistica, è il frutto dell'osservazione. Siamo noi che, col filtro della nostra capacità di visione, generiamo la manifestazione. 
Questo è il momento di focalizzarci sul capovolgimento costante e continuo dei parametri che utilizziamo per definire la realtà e co-creare nuove evidenze.
Come in alto così in basso: traiamo ispirazione dal nostro alto, per manifestare l'archetipo in basso; il canale è diretto, potente, limpido, libero.

Il nostro inconscio potenzialmente partecipa attivamente e positivamente a questo processo: se proviamo ad interrogarlo, ci dirà che la misura è colma, che un ciclo si è concluso, che siamo "pieni", pronti al nuovo inizio e assolutamente disponibili ad aprirci alla gioia. E' evidente che, di nuovo, dipende dove si guarda e con che occhi...

Se abbiamo ben recepito l'energia preparatoria di Integrità dell'11.11, adesso tutto il sistema è in allineamento e si tratta "solo" di portarlo in azione. 
Dico "solo" perchè naturalmente non è semplice, ma nemmeno cambiare livello vibrazionale è una passeggiatina! D'altra parte è ciò che sta accadendo sul pianeta e noi, che ne siamo parte, possiamo fare la differenza. 
Chiediti adesso: voglio essere protagonista di questo cambiamento? E' importante farsi questa domanda e darsi una risposta sincera, perchè solo se sei allineato, determinato, coraggioso, potrai accedere alla nuova frequenza.

Immagina di essere fuori ad un tempio e di scegliere di varcarne l'ingresso: con quale energia lo fai?
Ti faccio questa domanda perchè il portale chiede di avanzare verso la Meta che è la frequenza del numero 23, il 23esimo Arcano, che io ho definito, sulla base di una Visione ricevuta,  

     
Il pensiero crea, in allineamento con l'inconscio disponibile a gioire, in equilibrio con la mente collettiva e l'energia della Natura, pronta ad agire alchemicamente. 
La nostra mente è un mondo meraviglioso: non facciamoci imprigionare dalla piccola mente inferiore, egoica e limitata alla personalità, ma cerchiamo di nutrire la Mente Superiore, che è già potenzialmente focalizzata sull'energia evoluta dell'Arcano 23. Pensiamo creativamente, nell'energia più elevata che la nostra mente possa concepire!
Il nostro sesto senso sà, perchè è edotto dalle esperienze passate e necessita dell'attivazione della qualità del Matto, presente sul sentiero 28, per credere in quello che la mente chiama miracoli. 
La motivazione cosciente è sostenuta dal sovvertimento della visione, accendendo l'Appeso di Luce sul sentiero 31.
Attenzione: questo processo sarà però poco sostenibile se il corpo fisico è appesantito da cibi  e abitudini non salutari, quindi attenzione massima alla purificazione, come invita l'Arcano senza nome sul sentiero 29.

Procediamo dunque verso la Meta, verso questo sole splendente che è la Creazione d'Amore. Poniamo questa energia come un faro nella nostra notte stellata, in modo da guidare il processo trasformativo e creativo. Ora siamo noi, in ogni momento, i creatori della realtà.

Perchè sia vero è necessario riconoscersi il Valore. Questo è un punto nodale. 
Sul glifo il sentiero del Riconoscimento, che unisce le sephiroth Hod e Tiphereth, è governato nuovamente dall'Arcano 23: ti riconosci nella capacità/qualità di Creazione d'Amore? Ti assumi la responsabilità di essere co-creatore della frequenza del Femminile cosmico in Azione?

Sul triangolo metafisico dell'Albero, cioè il triangolo più alto, la sfera Hockmah è governata dalla qualità alchemizzante dell'Appeso, irradiando la stessa Luce del piano divino; questo messaggio viene ricevuto dalla sfera Binah, la datrice della forma, che è governata dal Mago, l'alchimista. 
Sto dicendo che nei nostri "piani superiori" tutto è pronto per il grande salto, perfettamente organizzato, posizionato, allineato, per far sì che la nostra azione nel mondo sia orientata verso l'espressione concreta di una nuova energia co-creativa amorevole e fantasiosa, nuova, allegra, vitale, travolgente dei vecchi schemi e direzionata a costruire gioiosamente miracoli sulla Terra, partorendo progetti, idee, espressioni felici, pace e favorendo il cambiamento sul pianeta, come suggerito dall'Arcano 23 sul sentiero iniziatico del dono di Sè. 
Tutto ciò sarà comunque sottoposto al vaglio dell'energia dell'Arcano senza nome, che sostiene il processo trasformativo eliminando il superfluo e il vecchio, sul sentiero della Visione.

L'asse portante dell'Albero, il pilastro centrale, è governato dall'energia del Risveglio (e come potrebbe essere altrimenti?).
E' il momento, preparato da tempo, annunciato, atteso. Ora si inizia, per chi è pronto.

Questo è uno schema energetico, una mappa vibrazionale. Il fatto che si palesi attraverso la sequenza numerica, vuol dire che i tempi sono maturi a livello cosmico e si apre una breccia frequenziale perchè chi è allineato possa agganciarsi. Varrà certamente da qui in poi per un tempo che non so indicare, e parte adesso.
Il mio consiglio è quello di meditare e fare proprio il glifo, osservando più frequentemente possibile se siamo in coerenza con le sue linee guida, ed eventualmente correggere il tiro.
E' un work in progress, ma con un bel disegno progettuale davanti nero su bianco da poter seguire per non sbagliare, per non perdersi, per non dimenticarsi cosa fare.
E' il nostro portale di entrata, il badge che serve per accedere.
Usiamolo.